>Piergiorgio Odifreddi Oscar Farinetti | Dialogo tra un cinico e un sognatore, Rizzoli

Piergiorgio Odifreddi Oscar Farinetti | Dialogo tra un cinico e un sognatore, Rizzoli

Piazza San Giovanni

15 giugno 2019

23:00

conduce Telmo Pievani

Se provassimo a prenderli sul serio, a quale scuola apparterebbero Trump, Putin, Orbàn, Salvini, Le Pen? Venditori di sogni o cinici assetati di potere?

Che cosa hanno in comune un matematico e un imprenditore? Chi dei due frequenta di più i sogni e chi insegue una verità cinica? In questo affascinante faccia a faccia fra due mondi apparentemente opposti, Farinetti e Odifreddi esplorano tutte le contraddizioni del cinismo contemporaneo dei nuovi sovranisti e dei venditori di sogni, facendo nomi e cognomi di politici e imprenditori italiani e stranieri, e attraversando le diverse concezioni attribuite al sogno e al cinismo nell’antichità e nel mondo contemporaneo. Il cinismo rispunta ogni volta in cui si sfaldano i valori di coesione di una società, ma quel ghigno di Diogene riuscirà a contrastare la sfrontatezza dei populisti che alimentano la società delle menzogne?

Piergiorgio Odifreddi

Ha studiato matematica in Italia, Stati Uniti e Unione Sovietica, insegnato logica matematica presso l’Università di Torino e la Cornell University (Usa), e collaborato con La Stampa, Repubblica e Le Scienze. Nel 2011 ha vinto il Premio Galileo per la divulgazione scientifica, e i suoi libri divulgativi più noti sono Le menzogne di Ulisse (2004) sulla logica, C’è spazio per tutti (2010) sulla geometria, e Il museo dei numeri (2013) sull’aritmetica. E’ autore di noti best-seller che hanno diviso i lettori tra gli ammiratori e i detrattori, quali Il Vangelo secondo la Scienza (1999), Il matematico impertinente (2005), Perché non possiamo essere cristiani (2007), Il dizionario della stupidità (2016) e La democrazia non esiste (2018). Dopo aver scritto un libro come lettera aperta a Benedetto XVI nel 2011, ne ha ricevuto una lunga risposta pubblica nel 2013, e ha pubblicato con il papa emerito Caro papa teologo, caro matematico ateo (2013). I suoi ultimi libri sono Il Dio della logica. Vita di Kurt Gödel (Longanesi, 2018) e Il cinico e il sognatore con Oscar Farinetti (Rizzoli, 2019).

Oscar Farinetti

Imprenditore italiano (n. Alba 1954). Figlio dell’uomo politico, partigiano e imprenditore Paolo (1922-2009), a partire dalla fine degli anni Settanta si è dedicato a trasformare l’attività commerciale del padre, un grande magazzino aperto nel 1972 a Castagneto d’Alba e denominato UniEuro in omaggio agli ideali europeisti del suo fondatore, in una catena di grande distribuzione di elettronica di consumo, di cui è stato amministratore delegato e presidente. Ceduta nel 2003 l’azienda alla britannica Dixon’s, dall’anno successivo ha iniziato a operare nel settore enogastronomico, fondando la società Eataly di cui è presidente: nata con l’intento di valorizzare le eccellenze agroalimentari del territorio attraverso la commercializzazione di prodotti di aziende artigianali locali e privilegiando il modello dello slow food propugnato da C. Petrini per una nuova consapevolezza sulle scelte e i comportamenti alimentari, la catena di distribuzione e degustazione di italian food ha aperto il suo primo punto vendita a Torino nel 2007 per estendersi poi in varie altre città italiane (tra le altre, Bologna, Genova, Milano, Roma) e all’estero a Tokyo e New York. Amministratore delegato dell’azienda vitivinicola Riserva bionaturale Fontanafredda (Serralunga d’Alba), creatore nel 2017 del parco agroalimentare Fabbrica italiana contadina (FICO) a Bologna, E’ anche editore e autore di alcune pubblicazioni.