Subito un successo la prima giornata

E’ stato Gherardo Colombo ad aprire la sesta edizione del festival letterario “A Tutto Volume – libri in festa a Ragusa”. Dinnanzi al pubblico delle grandi occasioni, in piazza San Giovanni l’ex magistrato, sollecitato dalle domande del giornalista Michele Nania, responsabile della redazione locale del quotidiano La Sicilia, ha presentato il suo libro “Lettera al figlio su Mani Pulite” edito da Garzanti. L’occasione per parlare dell’inchiesta che più di venti anni fa scoprì il mondo della corruzione legato alla politica. Un tema purtroppo di grande attualità alla luce delle ultime inchieste, compresa “Mafia Capitale”. “L’Italia non ha imparato la lezione e forse era davvero troppo difficile – ha detto Colombo – La corruzione continua ad esserci eppure basterebbe semplicemente attenersi alle regole dettate dalla costituzione per fare di questa nazionale un modello. Mi sono dimesso dalla magistratura perché il problema non è la violazione delle regole ma il rapporto che abbiamo con le regole. E adesso lavorare con i ragazzi, ne incontro circa 50 mila l’anno, è una cosa che apre il cuore. Auspico un maggiore impegno diretto da parte della scuola sulla legalità”.
Il festival promosso dalla Fondazione degli Archi e ideato da Alessandro Di Salvo ha visto in apertura la presentazione degli autori presenti nella tre giorni che si concluderà domenica sera in piazza Duomo a Ibla con il pugilato letterario. Ad intervenire l’assessore comunale alla Cultura, Stefania Campo, l’assessore regionale al turismo, Cleo Li Calzi, il segretario della Camcom, Carmelo Arezzo e il vicepresidente della Fondazione degli Archi, Angelo Firrito. Comune, Camcom e Regione, insieme a Banca Agricola Popolare di Ragusa, Si.Sac e numerosi sponsor privati sostengono la manifestazione che già nella prima giornata ha avuto tantissimi spettatori sparsi nelle piazze e nelle varie location del festival.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *