La febbre del sabato sera a Ragusa sono i libri

Che animazione! La febbre del sabato sera a Ragusa sono i libri. È incredibile il movimento che si registra ancora, dopo il boom della prima giornata, nella seconda di “A tutto volume”, di cui è direttore editoriale Roberto Ippolito.
C’è la corsa per trovare un posto, a sedere, in piedi o rimediato in qualche modo, nei luoghi in cui sono accolti gli autori. La scalinata della Chiesa di San Salvatore è trasformata a sorpresa in tribuna per seguire Corrado Formigli. Il sagrato e i giardini della Cattedrale sono invasi per ascoltare Costantino D’Orazio, Loredana Lipperini e Innocenzo Cipolletta. L’enorme piazza delle Poste quasi non basta per Giancarlo De Cataldo, con la gente sul bordo dell’ampia fontana. “A tutto volume” è questo.

E poi Via Mariannina Coffa è intasata prima per Chiara Valerio, condotta da Giuseppina Torregrossa, quindi per Marco Steiner, ostruendo il lavoro dei locali. La pedonale Via Roma è occupata da Alessia Gazzola. Sul ponte dei Cappuccini non si passa, essendo tutto del pubblico di Edoardo Boncinelli e Giulio Giorello. Fuori dalla Galleria Clou, che ospita Gianni Berengo Gardin, c’è tanta gente quanto dentro.

È molto soddisfatto Ippolito: “Tutti gli incontri esprimono una grande voglia di ascoltare, sapere, approfondire, confrontarsi. Dagli autori protagonisti ci arrivano tanti stimoli”. Aggiunge Alessandro Di Salvo, direttore organizzativo del festival, promosso dalla Fondazione degli Archi: “È tutto un vivere con gioia dei ragusani e non solo vista la quantità di turisti arrivati da ogni parte d’Italia per l’evento”.

Oltre questi nomi di spicco, sono previsti “Extra volume”, proposte legate al talento del territorio, e uno spazio dedicato ai bambini con tante attività per stimolare la fantasia attraverso la lettura. Nella centralissima Via Roma è allestita la mostra “Scrittori. La fotografia incontra la letteratura”, un progetto di Contrasto con la Fondazione Musica per Roma. In piazza San Giovanni sono installati libri giganti per sedersi o assistere agli incontri mentre dorsi di volumi decorano i portici del palazzo di fronte alla Cattedrale.

La città si mette in mostra consapevole del suo fascino. Alla realizzazione di “A tutto volume” contribuiscono il comitato spontaneo degli amici del festival, la Banca agricola popolare di Ragusa e gli altri sponsor Mondial Granit, SiSac, Moak, Acqua Santa Maria, Fidelio Studio, Cora Banche, RiKrea, Selection, Samot Ragusa, Centro commerciale Ibleo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *