Guest directors

Sono amici del festival, collaborano alla realizzazione del programma, conducono incontri.

Dal 1979 conduce su RadioRai programmi culturali e, dal 2009, regolarmente Fahrenheit su Radio3. Ha collaborato con numerose testate giornalistiche (da Sipario a L’Espresso) e dal 1990 scrive sulle pagine culturali de La Repubblica.
Ha scritto e condotto programmi per la televisione e dal 2004 ha un blog, Lipperatura, dove si occupa di tematiche editoriali, culturali e legate al mondo delle donne.
E’ nella giuria di diversi premi letterari.
Fra i suoi libri, la trilogia sulle donne uscita presso Feltrinelli (Ancora dalla parte delle bambine, Non è un paese per vecchie, Di mamma ce n’è più d’una), il pamphlet sul femminicidio scritto con Michela Murgia (L’ho uccisa perché l’amavo, Laterza), il saggio sui social network scritto con Giovanni Arduino (Morti di fama, Combacio). L’ultimo suo romanzo è L’arrivo di Saturno (Bompiani).

La sua giornata lo vede alternarsi in diversi ruoli: la mattina psicologo, il pomeriggio conduttore radiofonico di successo, la sera spesso autore teatrale. È una delle voci di Caterpillar Radio2, la trasmissione di punta di #Rai Radio2, convinto che “radio e salute mentale siano la stessa cosa”.

Tiziano Scarpa è nato a Venezia nel 1963. E’ romanziere, drammaturgo e poeta. Con il romanzo Stabat Mater ha vinto nel 2009 il Premio Strega e il Premio SuperMondello. I suoi libri sono tradotti in numerose lingue. Collabora alla rivista on line Il primo amore (pubblicata anche su carta dalle edizioni Effigie) di cui è uno dei fondatori, dopo esserlo stato del blog collettivo Nazione Indiana. Svolge un’intensa attività di lettore scenico delle opere sue e altrui, a teatro e non solo. Tra i suoi ultimi libri, Le cose fondamentali (Einaudi 2010 e 2012), La vita, non il mondo (Laterza 2010), Il brevetto del geco (Einaudi 2015) e Il cipiglio del gufo (Einaudi 2018). Dall’inizio degli anni Novanta a oggi ha scritto una quindicina di testi per la scena e per la radio, tutti rappresentati.